OIDUR

L’OIDUR (Osservatorio Internazionale Diritti Umani e Ricerca) nasce nel 2019 dall’intesa consolidata tra Giorgia Butera (Sociologa, Scrittrice ed esperta di Best Practice Internazionali) e Sara Baresi (Education Counselor, Attivista per i Diritti Umani Nazionali ed Internazionali).

La Butera e la Baresi, sono impegnate nella difesa e tutela dei diritti umani in ambito internazionale, nella salvaguardia della convivenza civile e democratica, e nella inclusione sociale in ogni sua declinazione. Entrambe danno seguito alla Commission Human Rights ONU, la quale ha emanato la Direttiva A/ARES/53/144 per sancire e dare mandato a chiunque di ergersi come difensore dei diritti umani. E vigilare, affinchè, non si commettano abusi e violazioni di alcun genere.

L’OIDUR è presieduto da Giorgia Butera; la Direttrice Generale è Sara Baresi.

L’Organizzazione è indipendente da Governi, istituzioni pubbliche, partiti o movimenti politici, confessioni religiose e altre organizzazioni di qualunque natura, ed opera nell’esclusivo perseguimento dei propri fini. Può collaborare con qualunque realtà o persona fisica, ne richieda il supporto.

Due gli obiettivi:

1) sostenere, difendere e tutelare i diritti umani in ogni parte del mondo; 2) promuovere lo svolgimento di attività di ricerca e formazione. L’Organismo può realizzare reportage fotografici, dossier, video, book, mostre, convegni, analisi sociali ed economiche, monitoraggi, analisi sul campo. E quant’altro possa essere utile alla conoscenza dei fatti. I risultati delle indagini e ricerche saranno pubblicati al fine di divulgare conoscenza.

L’OIDUR si propone come Sportello di Ascolto, di sostegno e di orientamento per tutti coloro che, trovandosi in situazioni di disagio, necessitino di una presa in carico socio-psicologica e/o legale.

Giorgia Butera

Dal 2000 è Difensore dei Diritti Umani. Dal 2014 è Presidente della Comunità Internazionale “Sono Bambina, Non Una Sposa”. Dal 2015 è Presidente METE. Dal 2015 al 2018 è intervenuta in occasione degli sbarchi lungo le coste siciliane. Dal 2015 interviene nelle varie Sessioni al Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite (Ginevra). Dal 2015 è esperta di Best Practice Internazionali.

Nel 2016 è stata accreditata al “World Humanitarian Summit” di Istanbul. Nel 2016 è intervenuta al “World Social Forum” di Montreal. Dal 2019 è Presidente dell’OIDUR – Osservatorio Internazionale Diritti Umani e Ricerca.

Dal 2024 è Ideatrice Conferenza Istituzionale Permanente: ‘La Carta dei Diritti fondamentali dell’UE interviene nella Dignità Umana come fondamento dei Diritti dell’Uomo in valori assoluti e non negoziabili. E nella Comunità Internazionale, nuova interrelazione dell’Intelligenza Artificiale. Si esprime il Consiglio di Sicurezza ONU’.

Dal 2019 è Advocacy de Campaign for Justice “Woman’s Freedom Iran”. Dal 2020 è produttrice di Video Socio-Culturali. Dal 2020 è Advocacy de: “Stop Child Abuse. Partire per abusare i bambini è un crimine contro l’umanità”. Dal 2021 è Direttore Generale dell’Osservatorio Nazionale contro il Sexting, il Revenge Porn ed i Crimini Digitali.

Dal 2021 è Founder del Programma di Educazione Permanente dedicato alle Donne: “Per Quanto Mi Riguarda, Ho Fatto la Mia Scelta”, ed ha come obiettivo quello di rispondere ai 17 Global Goals for Sustainable Development, posti da Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Dal 2021 è Vicepresidente Parent To Parent Italia (Associazione impegnata nella cura e tutela dei bambini affetti da autismo) Dal 2021 è Founder del Programma di Comunicazione Globale: “Global Media and Cultural Democracy”.

Dal 2022 è Founder di “Free Union Dance”, Campagna di Inclusione Sociale Permanente. Da dicembre 2022 è Componente Comitato Scientifico CE.S.MA.L. (Centro Studi sul Management ed il Lavoro).

Sara Baresi

Nasce come educatrice in servizi per minori ed adulti in contesti familiari e residenziali per poi maturare esperienze di coordinamento e di gestione di comunità, di servizi assistenziali ed educativi.

I viaggi e la passione per l’apprendimento di diversi codici linguistici e culturali, l’hanno condotta ad approfondire la pratica della mediazione etnoclinica in italia ed all’estero e di promuoverla in diversi ambiti lavorativi.

Da anni attivista dei diritti umani attraverso organizzazioni ed associazioni, italiane ed estere, promuove in contesti istituzionali prevalentemente internazionali (tra cui le Nazione Unite di Ginevra) battaglie di difesa per donare la parola a chi non ha voce.

Negli ultimi anni si occupa di coordinare strutture per richiedenti asilo in Italia, con focus a tutte le fasi giuridiche delle pratiche della di protezione internazionale e come team leader nella gestione HR.

Progettista con esperienza di scrittura di Bandi per Enti Pubblici e Privati, e di collaborazione alla stesura di Progetti Europei.

Education Counsellor in progetti di inclusione, sostenibilità e giustizia sociale.